STORIA DEL MARCHIO ANTICA SARTORIA

 

Nei famosi anni '60, Positano, oltre ad essere un fenomeno hippie, vissuto e cresciuto il fenomeno interessante: "Moda Positano".

Al momento di lasciare la città per una passeggiata sulla spiaggia, spesso non si sente a proprio agio, a causa di abbigliamento inadeguato, e ho come per magia, il clima di questa baia d'oro è sempre liscia, poi è andato a parei ricerca, shorts, pantaloncini, bikini e tutto ciò che potrebbero essere utilizzati in spiaggia o in barca.

Così i primi negozi di ceramica, souvenir, ecc ... sono stati ricercati da tali richieste. Come gli abitanti erano mercanti di origine, ha creato la famosa "Moda Positano" portare al successo i progettisti della regione, sciarpe carving, biancheria da bagno o cotone, e talvolta anche rovinare il corredo delle spose, trasformando fogli molto sottili ricamato tovaglie a mano e vecchi merletti o abiti maglia sera molto elegante.

Questa moda fiammeggiante può essere visto fin dal primo momento, perché era diverso e impensabile da designer locali. Il "pezzari" (napoletana designer), aiutato dalla bellezza del luogo, ha avuto un numero di clienti stravaganti e ricchi, ma con tanta voglia di "diversità" è stato quello di rifornirsi al mercato delle pulci come regalia famiglia aveva finito.

Erano i progettisti commerciali stessi improvvisatori che hanno aiutato gli imprenditori come Benetton e Fiorucci, di inventare tinto per dare più scelta di colori dell'indumento, importazione indiana chiffon mescolato con il vecchio rubato ajuares pizzi, richiamando l'attenzione molti designer per produrre capi bianchi e dando infiniti colori in base alle esigenze dei clienti, proprio a Positano.

Sono nati molti piccoli negozi come funghi, e uno di loro, Giacomo Cinque esprime il suo amore per il ricamo e l'arte, esibendosi anche in abiti giorno abiti stravaganti e anche inediti.

E così per indossare sempre abiti unici, fece rotolare i vari mercati di antiquariato, e si unisce Riccardo Ruggiti ed insieme aperto negozi Antica Sartoria si trova sulla spiaggia di Positano, sia nel centro della città, nella "Piazza dei Mulini" dove il rituale è rifare il borse per mantenere le vacanze.

Data la necessità e la mancanza di progettisti e le insegne, e la continua scoperta di nuovi luoghi in cui per produrre, con il nostro gusto e la nostra cultura, abbiamo continuato a prezzi accessibili per i turisti attenti ai dettagli, ma sempre con una valigia aperta.

Così produciamo e vendiamo in tutto il mondo a tutti, ma con il cuore, la cultura e lo spirito di Positano.

Nei famosi anni '60, oltre a Positano sono stati un fenomeno hippy, vissuto e cresciuto il fenomeno interessante: "Moda Positano".

CINQUE GIACOMO

WWW.LADOLCEVITAPOSITANO.ES

GIACOMO CINQUE